PAOLO SIMONAZZI – Mantua, Cuba

Titolo Mantua, Cuba

Artista Paolo Simonazzi

Autori Testi Davide Barilli, Andrea Tinterri

Uscita Settembre 2016

Copertina Cartonata - Plastificata

Lingua Italiano, spagnolo

Prezzo di Copertina € 25,00

E-Book € 4,90

ISBN 978-88-99367-19-0

Editore Greta Edizioni

“Qui la polvere del tempo è un sole sghembo che comincia molto lontano. Da un epos remoto, nelle vertigini della storia. è il cozzo di un fasciame di legni ingrommati di pece contro gli scogli a dare il via a tutto. Onde che sballano una rotta, facendone una peripezia geografica che unisce due città. è una storia  che arriva dal mare, questa. Ed è persino una storia indiziaria, dunque proprio per questo fallace. Fatta di coincidenze più che di  verità. Non è facile andare incontro all’ombra di una leggenda. Il minimo che possa accadere è scivolare nella sua trappola.”

Davide Barilli, testo tratto da ‘Bar del ovid0′, Mantua, Cuba, 2016

 

PAOLO SIMONAZZI. Reggio Emilia, 1961. Divide la propria vita tra l’attività di medico e quella di fotografo, a cui si dedica con passione. Nel 2016 espone presso la Collezione Maramotti, all’interno dell’XI edizione del festival di Fotografia Europea, dedicato alla via Emilia. Il progetto che propone, So near, so far, è un’originale rilettura dei suoi progetti principali che guardano alla propria terra d’origine con uno sguardo complice, affettuoso ed ironico al tempo stesso. Nel 2015 presenta a Torino, in occasione di The Other Art Fair, Torino, il progetto inedito Icons of Liscio, afferente alle icone del ballo liscio in Emilia-Romagna. Nel 2015 espone a Rimini (Museo della Città) Cose ritrovate, mostra realizzata e presentata nel 2014 per la IX edizione di Fotografia Europea: un viaggio visionario ispirato ai testi letterari di Ermanno Cavazzoni e di Raffaello Baldini (catalogo Marsilio, 2014). Il progetto Bell’Italia (cat. Silvana Editoriale, 2014), presentato in anteprima a Fotografia Europea 2011, è successivamente approdato a Sydney, Melbourne (2012) e Tokyo (2014). Dal 2006 al 2010 si è dedicato a Mondo Piccolo, un lavoro alla riscoperta delle terre care a Guareschi, luoghi dell’anima più che della geografia (cat. Umberto Allemandi, 2010), con tappe in varie città italiane. Tra la Via Emilia e il West (cat. Baldini Castoldi Dalai, 2007) è il titolo della mostra esposta a Villa delle Rose – MAMbo, Bologna (2007), e a seguire in altre sedi italiane e straniere tra cui New York e San Francisco. Nel 2006 si è avvicinato al tema del disagio sociale con il progetto La casa degli angeli, presentata alla I edizione di Fotografia Europea e successivamente alla VI edizione di FotoGrafia – Festival Internazionale di Roma (2007). Circo Bidone, uno dei suoi primi progetti fotografici, racconta di un piccolo circo sopravvissuto all’epoca della multimedialità e degli effetti speciali (cat. Zoolibri, 2003, con prefazione di Moni Ovadia).

Preview del catalogo

 

 

 

Share this!
Share